Ne parliamo ormai dal 2014 quando, insieme ad avvocati, attivisti e portavoce toscani abbiamo presentato un esposto, un’interrogazione e mozioni in vari comuni per ribadire che gli ATO Rifiuti così come erano stati definiti dalla regione Toscana non erano legittimi.

In più abbiamo sempre detto che la gara di appalto formulata dall’ATO Sud Toscana risultava cucita addosso alla società appena costituita al tempo che poi ha vinto la gara.

Di seguito la storia di quanto è successo negli ultimi anni sulla vicenda.

In un articolo del Giunco di gennaio 2015 emergeva che:

Ancor più complessa la questione riguardante la gara d’appalto e il contratto stipulato che, secondo i pentastellati, riscontrerebbe illegittimità nel passaggio fra Ato Toscana Sud e Sei Toscana, per l’affidamento del servizio gestione rifiuti: «Una gara con un solo concorrente che gara è? – si domanda Fiori -. Oltre a questo l’esito non poteva che produrre la prosecuzione dello stesso gestore perché imponeva il pagamento di 10 milioni e 500mila euro dei crediti Tia non riscossi. Per tutti ovviamente, salvo che per i precedenti gestori. A questo si aggiungeva l’incertezza sulla durata di affidamento e, come se non bastasse, veniva richiesto al concorrente di avere in gestione uno o più impianti di termovalorizzazione». Una sorta di bando di gara che il Movimento 5 Stelle definisce come “cucito su misura”, per questo nella mozione si chiede che sindaci e giunte chiedano l’annullamento della procedura di gara.

L’articolo completo del 23 gennaio 2015
http://www.ilgiunco.net/2015/01/23/rifiutopoli-mozioni-m5s-soppressione-degli-ato-e-illegittimita-di-gara/

L’interrogazione depositata nel 2015 sulla illegittimità degli ATO Rifiuti in Toscana:
http://aic.camera.it/aic/scheda.html?numero=4/08201&ramo=CAMERA&leg=17

10 aprile 2015
http://www.federicadaga.net/2015/04/10/conf-stampa-ato-rifiuti-toscana-sud/
http://valdarnopost.it/news/rifiutopoli-abolizione-degli-ato-e-l-annullamento-dell-affidamento-al-gestore-unico-qualcosa-si-muove
Giornale di Arezzo

12 marzo 2016
http://www.chiaragagnarli.it/2016/03/12/2849/

9 novembre 2016
http://firenze.repubblica.it/cronaca/2016/11/09/news/toscana_truccata_maxi_gara_dei_rifiuti_3_5_miliardi_di_euro-151666687/

10 novembre 2016
Articolo del Fatto Quotidiano

La nota congiunta di Sei Toscana e Siena Ambiente
http://www.seitoscana.it/comunicati/09112016-nota-congiunta-sei-toscana-siena-ambiente

Nota congiunta Sei Toscana e Siena Ambiente

Mercoledì, 9 Novembre 2016

In merito agli ultimi sviluppi dell’inchiesta, iniziata due anni fa, sulla gara che ha portato all’affidamento della gestione dei rifiuti nell’Ato Toscana Sud, Sei Toscana e Siena Ambiente ribadiscono la massima fiducia nell’operato della magistratura confidando che si faccia tutto il possibile per chiudere celermente e con la necessaria chiarezza questa spiacevole vicenda.

Siamo convinti della legittimità delle nostre azioni e che al termine dell’iter giudiziario sarà accertata la regolarità dell’operato messo in atto dalle due aziende.

Consapevoli di essere solo all’inizio di un percorso che potrà durare alcuni anni e che – ad oggi – non è stata ancora formulata alcuna richiesta di rinvio a giudizio per i nostri manager, chiediamo di utilizzare toni rispettosi verso aziende che assicurano un servizio pubblico importante ad oltre un milione di cittadini e che danno lavoro a circa 1200 persone.

Sei Toscana e Siena Ambiente sono pronte ad affrontare con serenità questo percorso garantendo servizi all’altezza delle aspettative dei cittadini così come sempre fatto in questi anni.

La vicenda non influisce in alcun modo sul servizio quotidiano.

seitoscana1

Foto di Agenzia Impress

Condividi l'articolo su: Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus