NOTA STAMPA

TERREMOTO: M5S, PRIORITA’ DECRETO NON SONO FONDI A “CASA ITALIA”

Il governo presenta un emendamento con una previsione di spesa di 1,3 milioni per il 2017 e di 2,5 a partire dal 2018

ROMA, 21 marzo – “Il governo ha appena “piazzato” un emendamento al Decreto Terremoto che, con il terremoto, ha ben poco a che fare. Una decisione che crea una oggettiva difficoltà rispetto alla collaborazione tra le parti in questa fase delicata del provvedimento. L’emendamento in questione prevede l’assunzione di personale per il dipartimento “Casa Italia”. La spesa prevista è di 1,3 milioni per il 2017 e di 2,5 a partire dall’anno 2018. Una misura che non ha alcuna diretta attinenza rispetto alle tante, troppe necessità, anche economiche, di territori e amministrazioni delle zone colpite. Non era e non è questa la sede per presentare quell’emendamento, anche alla luce del fatto che, invece, per le zone franche e gli aiuti alle imprese il governo ha già detto che rimanderà tutto a un provvedimento futuro”.

Così i deputati del MoVimento 5 Stelle.

CASA_ITALIA_EMENDAMENTO_DL_SISMA_21_03_2017

Condividi l'articolo su: Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus