GIUSTIZIA, DAGA (M5S): “STRANAMENTE LENTA QUANDO SI TRATTA DELLA GORI. CHIEDIAMO SPIEGAZIONI”.
 
Roma, 7 marzo 2017 – Giustizia inspiegabilmente troppo lenta: è la denuncia della deputata Federica Daga in merito all’indagine della procura di Torre Annunziata sulla società Gori.
«Parliamo di una società che gestisce un bene primario, l’acqua, in tutta l’area vesuviana e in quasi tutta la Campania. Una società indagata. La Gori, nata come società a capitale pubblico e diventata controllata da Acea», spiega la deputato M5S.
L’indagine aperta dalla procura di Torre Annunziata avrebbe come oggetto non solo gli appalti e le consulenze affidate dalla Gori e, in alcuni casi, subappaltate ad altre società, ma anche una serie di assunzioni clientelari che rappresenterebbero un termine di scambio fra socio pubblico e privato per concludere il business della privatizzazione dell’acqua avvenuta a partire dal 2002.
«Si è avuto riscontro – si legge nel testo – che è ancora in corso la fase di indagine e che non è stato emesso alcun provvedimento in merito, né di rinvio a giudizio dei soggetti indagati né di archiviazione. È senza alcuna apparente giustificazione il notevole lasso di tempo a oggi intercorso. Cosa intende fare il ministro della Giustizia per verificare che non ci siano irregolarità?», ha chiesto la Daga in un’interrogazione. «Forse sarebbe il caso di procedere ad inviare gli ispettori presso la Procura di Torre Annunziata per verificare che non ci siano responsabilità».
 
GORI
Condividi l'articolo su: Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus