campania_regione

Il popolo dell’acqua ha assistito oggi ad un indegno svolgimento

del Consiglio Regionale della Campania.

All’Odg, ”il riordino del servizio idrico integrato (SII)”, la Presidente del Consiglio, Rosa D’Amelio, con metodo antidemocratico, e nonostante l’occupazione dell’aula da parte dei Consiglieri Regionali del M5S, ha continuato l’irregolare svolgimento del Consiglio, con la complicità dei Capigruppo regionali (escluso il M5S), deliberando per una legge sul Riordino del SII,

L’occupazione dell’aula consiliare da parte del M5S e la richiesta dei cittadini presenti del rispetto dell’esito referendario, non ha bloccato l’approvazione di una legge che favorisce le lobby e penalizza il diritto umano all’acqua. Dopo il minuto di silenzio osservato da tutti (compreso noi), in segno di solidarietà e vicinanza alle vittime di Parigi, il Consiglio regionale, a dispetto dei fatti di violenza ipocritamente invocati da alcuni consiglieri, ha continuato i lavori senza rispetto delle procedure e senza alcuna discussione e ha approvato velocemente una legge di vitale importanza.

INACCETTABILE, VERGOGNOSO, ANTIREFERENDARIO !!!

Una barbarie istituzionale.

SEDUTA FARSA, RESA POSSIBILE SOLO SPECULANDO SULL’ECCIDIO DI PARIGI.

Come Coordinamento dei Comitati Campani avevamo chiesto l’approvazione di un testo dello stesso PD, che condivideva alcuni nostri principi di fondo.

Il fatto che poi loro abbiano ritirato questa proposta a favore del Disegno di Legge De Luca/Bonavitacola, che punta a limitare il potere decisionale degli ATO esistenti e dei Sindaci che fanno parte con la creazione dell’ EI.C. (Ente Idrico Campano), favorendo, in questo modo, la svendita delle principali sorgenti idriche regionali a favore delle grandi società multinazionali, è per Noi un grave atto di tradimento verso quel milione di cittadini italiani che con il referendum del 12 e 13 giugno 2011 si erano espressi per la gestione del servizio idrico.

Prendiamo atto di questa vergognosa metodologia, antidemocratica e approssimativa, licenziando gli emendamenti velocemente, trasgredendo il regolamento e le procedure istituzionali, che dovrebbero garantire la validità delle sedute del Consiglio Regionale.

Da notare che tutti gli emendamenti sono stai votati velocemente e senza esplicitare i contenuti.

OGGI E’ STATO INFERTO UN DURO COLPO AI CITTADINI CAMPANI E ALLA DEMOCRAZIA!!!!!

Napoli 16 Novembre 2015

Coordinamento Campano per la Gestione Pubblica dell’Acqua – Rete Civica ATO3

https://it-it.facebook.com/pages/Coordinamento-Campano-Acqua-Pubblica/376966949080486

Condividi l'articolo su: Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus