elettrodotto-gissi
COMUNICATO STAMPA DEL 29 SETTEMBRE 2015

Elettrodotto Villanova – Gissi. Terna, gigante con i piedi d’argilla come il suo elettrodotto.
Fa ammuina, segno di particolare debolezza; facile parlare di r
isarcimenti milionari chiesti ai cittadini invece di rispondere delle criticità dell’opera.

Il Governo regionale inerme e sostanzialmente inutile, non difende i cittadini.
 

“Terna si sta comportando come il classico gigante con i piedi d’argilla, visto che se la prende con i semplici cittadini nascondendosi dietro un’autorizzazione piena di criticità procedurali invece di rispondere dettagliatamente delle decine di problematiche sollevate e dettagliatamente descritte da associazioni, comitati e singoli cittadini e ormai anche da diversi enti pubblici” questo è il commento del Forum dell’Acqua sull’iniziativa di TERNA di chiedere risarcimenti milionari ai cittadini espropriati.

Terna cerca di “fare ammuina” cercando di distogliere il discorso dal progetto cambiato due volte, con la sostituzione dei sostegni a fondazioni già realizzate e quindi da rifare, ai 50 sostegni in aree a rischio idrogeologico, quattro dei quali addirittura su frane attive.

Il Forum dell’acqua ha appena terminato un terzo dossier sull’opera dai risvolti tragicomici che sarà presentato a breve. Per riprendere la metafora, i piedi dell’elettrodotto gigante sono letteralmente sull’argilla!   

Terna stia sicura, stiamo già preparando un quarto dossier da inviare all’Autorità per l’Energia perché certo non potranno essere i cittadini con le bollette a pagare queste varianti progettuali.

Crediamo che l’incapacità di reagire a questo progetto sia ormai il punto più basso raggiunto dalla politica abruzzese che è sostanzialmente inutile come lo è questo elettrodotto che non riesce a bloccare. Infatti, nonostante gli sforzi di TERNA per dimostrare il contrario, un elettrodotto non produce energia e l’Abruzzo non ha alcun tipo di problema sia per produrre tutta l’energia che serve sia per il trasporto da e per altre regioni come dimostrano i dati dei consumi (in calo) e addirittura uno studio della stessa TERNA del 2013 sulle criticità della rete.

Segreteria Operativa Forum Abruzzese dei Movimenti per l’Acqua

Condividi l'articolo su: Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus