Numerosi sono gli atti presentati in questi due anni di legislatura relativi al tema acqua, il nostro impegno su questo tema va quindi al di là di scadenze importanti ma spesso retoriche come quelle della giornata mondiale su vari temi.
Perciò proprio in questi giorni, per la giornata mondiale dell’acqua, ci è sembrato importante richiamare l’attenzione del Ministro della Salute Beatrice Lorenzin depositando una interrogazione per ricordarle che l’accesso all’acqua garantisce l’accesso alla salute, per chiedere un impegno a questo Governo affinché venga garantito il quantitativo minimo vitale giornaliero a tutti e venga messo un freno alla pratica criminale dei distacchi indiscriminati dell’acqua che rischia di mettere seriamente in pericolo la vita di bambini, anziani, malati disabili e pone l’ennesimo dubbio che il nostro si possa ancora considerare un Paese civile.
Guardiamo con orgoglio all’esperienza di Napoli divenuta in questi giorni la capitale italiana dell’acqua pubblica che garantisce al bene vitale una gestione pubblica e partecipata dai cittadini come sancito dai referendum 2011.
Tutti i giorni dell’anno l’acqua è vita! Tutti i giorni dell’anno vogliamo l’acqua pubblica partecipata e senza profitti!
Articolo su beppegrillo.it

Condividi l'articolo su: Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus