Il Piano Casa è un decreto scellerato figlio del renzismo che crea ulteriore disagio.
Il passo seguente è la limitazione degli spazi della democrazia, come il diritto a manifestare, così come dichiarato dal Ministro degli Interni. Dalla Val di Susa all’emergenza abitativa, l’unica risposta dei Governi è stata la repressione!
I bisogni dei cittadini non possono essere distorti e ridotti a problemi di ordine pubblico.
Lo Stato ha il dovere di garantire a tutte le persone una vita dignitosa!
Il Piano Casa promette disperazione e guerra tra poveri, garantisce introiti alle cooperative edili e ai costruttori. Nessuna risoluzione dell’emergenza abitativa ormai incancrenita e in continuo aumento a causa della crisi e delle politiche di austerità adottate dall’ebetino.

Condividi l'articolo su: Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus