Invito a dare diffusione all’azione di pressione, proposta dal Coordinamento Acqua Pubblica Lazio, anche sui social network.

Guarda e diffondi l’evento facebook
 

Dopo la vittoria referendaria di giugno 2011, quando 2 milioni e mezzo di elettori del Lazio hanno votato per l’acqua pubblica, una rete di realtà regionali ha proposto una legge di iniziativa popolare, tramite il meccanismo del referendum propositivo, per attuare i risultati referendari e scongiurare le volontà privatizzatrici dell’allora giunta Polverini. Quel testo, sostenuto dalle firme di 40.000 elettori della Regione e dal voto di 40 Consigli Comunali, sarà in discussione in assemblea regionale il prossimo 12 marzo. La discussione sarà un momento cruciale, poichè il rischio è che il testo venga emendato con l’intento di snaturarne i principi fondamentali.
Per questo proponiamo di attivarsi a partire da oggi, martedì 11 marzo, con una mail indirizzata ai consiglieri regionali, per spingerli a votare il testo originale, rispettando così la volontà popolare.Di seguito il testo che si propone d’inviare e, in allegato, l’elenco mail dei consiglieri regionali.


Oggetto: Sull’acqua non si scherza: votare sì alla proposta di legge n°31

Gentile Consigliere,

il giorno 12/03/2014 in occasione del Consiglio regionale che
avrà all’ordine del giorno l’esame della legge di iniziativa popolare
n. 31 recante disposizioni sulla tutela e la gestione pubblica delle
acque, Le chiedo di muoversi nella stessa direzione dei cittadini e
degli Enti Locali che hanno promosso la legge e chiesto la revoca della
DGR n.40.

Quindi Le chiedo di adoperarsi affinché la Regione Lazio dia
finalmente seguito alla volontà popolare approvando una legge sulla
gestione pubblica e partecipata dell’acqua integra dei principi
espressi nella proposta di legge n.31.


Resta inteso che qualsiasi deviazione da tali principi
(attraverso emendamenti o in qualsiasi altra forma) costituirà un
tradimento della volontà popolare, espressa dai cittadini e dagli Enti
Locali promotori della suddetta proposta, e già a suo tempo manifestata
attraverso il referendum del 2011, contro il quale i cittadini non
potranno che ricorrere allo strumento referendario, come previsto dallo
statuto regionale.

Firma

Documenti di approfondimento

Comunicato stampa del Coordinamento Regionale Acqua Lazio

 

LISTA MAIL CONSIGLIERI REGIONALI
In fondo a questo link http://www.acquabenecomune.org/raccoltafirme/index.php?option=com_content&view=article&id=2590:manda-una-mail-ai-consiglieri-del-lazio-per-dire-si-allacqua-pubblica&catid=147&Itemid=80 trovate la lista delle mail dei consiglieri regionali del Lazio.

Condividi l'articolo su: Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus