In questa prima giornata di Aula del 2014 l’aria è pesante, guardo in alto la luce artificiale, vestiti scuri eleganti, l’arredamento è cupo e nelle pareti insistono le due dita di melma per i troppi anni di “accordi” nei corridoi.
Ed ecco quel mal di testa, la pesantezza nell’animo e la consapevolezza di dover arginare disastri governativi contro i cittadini.
Adelante! #VinciamoNoi!

ps: devo chiamare mia Madre!

Condividi l'articolo su: Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus